L'ingenuo

L ingenuo 5d8cd69c63d9c
10,00 € cad. Larghezza prodotto: 200 mm
Lunghezza prodotto: 140 mm
Altezza prodotto: 10 mm
Autore: Zuccoli LucianoZuccoli Luciano

La cancellazione del famoso scrittore Luciano Zuccoli (1868-1929) dal canone

L'ingenuo di Luciano Zuccoli a cura di Enrico Tiozzo

La cancellazione del famoso scrittore Luciano Zuccoli (1868-1929) dal canone della letteratura italiana del Novecento, verificatasi a partire dal secondo dopoguerra, appare ancora oggi inspiegabile. Al suo tempo, Zuccoli veniva considerato da alcuni importanti critici non meno ragguardevole di Pirandello e fu posto a fianco di Thomas Mann, di Dostoevskij, di Mark Twain e di Tolstoj. Vittima di un equivoco critico che lo ha travolto, sotto le generiche  accuse di “scrittore di consumo”, di cattivo “imitatore di d’Annunzio” e di “sostenitore del fascismo”, è oggi uno dei grandi dimenticati, insieme a scrittori come Guido da Verona, Mario Mariani e Pitigrilli. Accompagnato da un raffinato studio d’autore del prestigioso Prof. Enrico Tiozzo dell’Università di Göterbog, L’ingenuo è un racconto dalle tinte cechoviane, scritto in uno stile unico, che come protagonista ha un inetto, un uomo gentile d’animo ma povero e sventurato nella vita, il cui destino sarà tragedia.

 

Collana Occhio di Bue a cura di Andrea Pellegrini e Michele Rossi