Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.

Graziano Andrea Giuseppe

Andrea Giuseppe Graziano nato a Roma il 30 settembre del 1966, è Docente di Lettere nelle scuole superiori, ha conseguito i master di Perfezionamento in “Didattica della Letteratura”, “L’Insegnamento della Storia: Metodologie didattiche”, “Didattica della Letteratura Italiana: Metodologie didattiche”.
Conseguita la Laurea in Lettere all’Università La Sapienza” di Roma approfondisce il metodo mimesico di Orazio Costa e sperimenta il linguaggio drammaturgico, quindi, grazie anche agli studi di Filosofia presso l’Università “Roma 3”, successivi alla Laurea in Lettere, perviene alla scrittura poetica.
Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti poetici per opere inedite fin dal 1999.
Ha pubblicato l’opera prima di poesia “Dei silenziosi bui” Ed. Aletti, Ottobre 2003, 3^ classificata al Premio Letterario Nazionale “Il Simposio” V Edizione patrocinato dalla Regione Campania, dalla Provincia di Salerno, dal Comune di Buccino, finalista al Premio Nazionale di Poesia “Alessandro Contini Bonacossi” X Edizione, 3^ classificata al Premio Internazionale "L'arcobaleno della vita" patrocinato dal Comune di Lendinara e dalla Provincia di Rovigo, 3^ classificata al Premio di Poesia “L’Aquilaia” 2005 patrocinato dal Comune di Salaiola.
Ha pubblicato la seconda opera “Stanze critiche” Ed. Aletti, Febbraio 2005, vincitrice del Premio Selezione Poesia Edita oltre che compresa nella rosa dei finalisti del IV Premio Internazionale Letterario “Anguillara Sabazia Città d’Arte 2005”, finalista del Premio Nazionale di Poesia “Alessandro Contini Bonacossi” 2005, segnalata al premio “L’Aquilaia - Festa della Poesia a Salaiola” 2006, 2^ classificata al Premio Nazionale di Poesia “Alessandro Contini Bonacossi” 2006, Menzione di Merito alla IX Edizione del Premio Alberoandronico conseguita il 25 marzo 2016, presso la Sala Protomoteca del Campidoglio in Roma.
Ha curato l’introduzione critica di diversi volumi di Poesia per la Casa Editrice Aletti; ha pubblicato per la rivista di ricerca letteraria “Anterem” il saggio “Il transrealismo emblematico di Giampiero Neri” nel numero di Novembre-Dicembre 2006 e per la rivista “Orizzonti” il saggio “Dionisiaco ed Apollineo nella creazione poetica” nel n° 29, Agosto-Dicembre 2006. Ha scritto critiche a volumi antologici della casa editrice Aletti, tra le quali “Alterità e koinonia nella poesia d’amore”, e una riflessione critica sul volume di M. Testi del 2007 “Altri piani, altre valli, altre montagne - La deformazione dello spazio narrato" in «Con gli occhi chiusi» di Federigo Tozzi (Pensa Multimedia), che analizza la scrittura “cubista” e visionaria di Tozzi.
Dal 2008 è Presidente della Giuria del “Premio Internazionale di Poesia Venere Lavinia”.
Dal 2009 si occupa come referente dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale Petrocchi di Palombara Sabina, presso il quale è docente di Lettere, dei progetti della Regione Lazio “ABC – Arte Bellezza Cultura” tra i quali “Cinema e Storia”, “Cinema e Società” e del “Viaggio della Memoria”.
È ideatore e Presidente del Premio Letterario Nazionale “Forse un mattino” I Edizione 2015-16.
Nel 2015 è risultato finalista con Menzione d’Onore ai Premi “Memorial C. Giachino ” con il patrocinio del Comune di Saronno e della Regione Lombardia e al “Premio Nazionale di Poesia Patrizio Graziani 7^ Edizione” con il patrocinio della Regione Abruzzo.
Nel 2016 l’Opera edita “Stanze Critiche” Ed. Aletti è stata premiata in seno alla IX Edizione del Premio Alberoandronico il 25 marzo 2016, presso la Sala Protomoteca del Campidoglio in Roma, con Menzione di Merito.
Nel 2016 è risultato Vincitore Assoluto 1° Classificato al Premio di Poesia “Nuova Scrittura Ermetica” 2016.
L’Opera “In Albis” è risultata selezionata nella XI edizione del Premio Letterario “Napoli Cultural Classic”.
È risultato Vincitore 3° Classificato nella Sezione Narrativa inedita della 41^ Edizione del “Premio Letterario Casentino”, cerimonia di Premiazione 12 giugno 2016.
Il Premio ‘Casentino’ è stato fondato da Carlo Emilio Gadda, Nicola Lisi, Carlo Coccioli che lo istituirono negli anni ’40. Dopo l’interruzione del periodo bellico, il Premio, negli anni ’70, viene riproposto all’attenzione del mondo culturale italiano per volontà del Presidente del Centro Michelangelo, Silvio Miano, e attualmente dal Centro Culturale Fonte Aretusa. Il Premio - tra i più antichi e significativi organizzati su scala nazionale - affida la presidenza delle sezioni poesia, narrativa ed economia rispettivamente a Silvio Ramat, Giancarlo Quiriconi e Giorgio Calcagnini e ad una competente, integerrima giuria che alla fine del suo lavoro di selezione, individua coloro la cui voce è parsa di più vasto significato e risonanza. Il Premio ‘Casentino’ rende inoltre omaggio tutti gli anni ad eminenti personalità della nostra cultura, assegnando i ‘Premi d’onore Casentino’ per la poesia, la narrativa, la saggistica, il giornalismo, l’economia e la medicina. (Introduzione estratta dal sito del Premio Casentino)
Ha vinto il Primo Premio assoluto del Concorso Letterario "Ricordando", di Lurago Marinone (Co), per la Narrativa inedita, cerimonia di premiazione 18 settembre 2016.
Ha vinto il Primo Premio assoluto di Poesia del Premio Internazionale “Sentieri DiVersi”, patrocinato dalla Regione Puglia, cerimonia di premiazione 10 dicembre 2016.
È risultato finalista e insignito della Segnalazione di Merito del Premio Letterario Internazionale “G. G. Belli” XXVIII Edizione, cerimonia di premiazione nella Sala Protomoteca del Campidoglio dicembre 2016.

Voglio distruggere il sito ed altri racconti

Graziano Andrea Giuseppe

€12.50 ( i.i.)
Voglio distruggere il sito è il viaggio di Giorgio che procede dal “virtuale” della rete 
Dettagli...



Edizioni Helicon - Via Roma 172 - 52014 Poppi (Arezzo) - Tel. / Fax 0575 520496
edizionihelicon@edizionihelicon.com
Copyright
© 2012 Tutti i diritti riservati.

Powered by Logosistemi

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site